© 2008 Jack Sarah Palin

Sarah Palin

Quanto stupida è?

Sarah Palin Montreal, 1 novembre 2008 – Uno scherzo decisamente riuscito: la candidata repubblicana alla vicepresidenza americana Sarah Palin è caduta in un tranello tesole da due noti umoristi canadesi del Quebec, che si sono spacciati per il presidente francese Nicolas Sarkozy.

I ‘Justiciers masques’ (‘Giustizieri mascherati’), due umoristi già noti per aver raggirato in passato diversi personaggi di primo piano della politica così come della musica e dello spettacolo – da Jacques Chirac a Mick Jagger, da Tiger Woods a Britney Spears – sono riusciti a segnare un altro colpo da maestri ai danni di Palin, il cui entourage ha confermato l’episodio.

La conversazione, durata in tutto circa sei minuti, sarà diffusa da una radio di Montreal, ma la registrazione è stata messa online sul sito dei due umoristi (www.justiciers.tv). Si può sentire la signora Palin dichiararsi entusiasta per la telefonata del suo interlocutore che le parla con un accento francese molto marcato. “Abbiamo grande rispetto per lei, John McCain ed io, e l’ammiriamo. Grazie per aver dedicato questi minuti per parlare con me”, ha detto Palin.

Il finto Nicolas Sarkozy dichiara di seguire da molto vicino la campagna elettorale americana assieme al suo consigliere speciale Johnny Hallyday (che invece è un cantante francese, amico del presidente, ndr.). “Un giorno vedo bene anche lei presidente”, lancia il finto Sarkozy. E Palin risponde con una risatina: “Magari tra otto anni”.
Nel corso della conversazione il finto Sarkozy dà nomi fantasiosi ai premier canadesi e del Quebec senza che l’aspirante vicepresidente americana batta ciglio.

Infine ‘Sarkozy’ le propone una battuta di caccia in elicottero, a patto che il vicepresidente Dick Cheney – che durante un’uscita di caccia aveva ferito un amico – non participi alla spedizione.E lei risponde tranquillamente: “Io sono più prudente nel maneggiare un’arma”. Palin si dichiara poi fiduciosa sull’esito del voto di martedì e dice al suo interlocutore che sarebbe entusiasta di incontrarlo assieme alla “sua bella moglie”.

Infine il falso Sarkozy chiede a Palin se Joe l’idraulico sia suo marito. “No, non lo è – risponde Palin con serietà – è un americano normale che lavora sodo e che non vuole che il governo gli prenda il suo denaro”. La conversazione si conclude con un “oh!!” di sorpresa quando uno dei due umoristi informa Palin che era caduta in una trappola. Una collaboratrice della candidata repubblicana riattacca rapidamente la cornetta.
”È stato il colpo più esplosivo della nostra storia finora”, ha dichiarato entusiasta Marc-Antoine Audette, uno dei due ‘Giustizieri mascherati’, sottolineando che era stato molto difficile per il suo complice, Sebastien Trudel, superare tutti i filtri dei servizi segreti e del personale incaricato di proteggere le personalità pubbliche americane.

La signora Palin “si è detta piacevolmente divertita nell’apprendere di aver affiancato altri capi di stato e altre celebrità nell’abboccare a questo scherzo”, ha affermato il portavoce della governatrice dell’Alaska, Tracey Schmitt, concludendo in francese: “C’est la vie”

One Comment

  1. Posted 2 novembre 2008 at 16:03 | #

    che rincoglionita…finalmente comunque sono tornato su internet. Ora applicherò quello che mi hai detto nell’email..

Post a Comment

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

*
*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>